L’OSS: Dispositivi di Protezione Individuale (DPI)

Per chi, come l'OSS, lavora attivamente all'interno di strutture socio-sanitarie ed ospedali, esiste un rischio chimico, biologico e fisico. Questo comporta l'adozione di misure per la protezione e prevenzione come l'uso dei dispositivi di protezione individuali (DPI).

L’OSS durante lo svolgimento delle proprie mansioni si trova ad affrontare un rischio dovuto all’esposizione ad agenti biologici e chimici che possono arrecare danno alle vie respiratorie, come l’uso di disinfettanti, prodotti per la sterilizzazione e contatto con veicoli di infezioni. In questa circostanza la finalità  dei DPI da indossare deve essere quello di rendere respirabile l’aria dell’ambiente occupata che potrebbe essere sottoposta a contaminazioni.

I DPI Che cosa sono?

Si definisce dpi (dispositivo di protezione individuale) quell’ attrezzature che ha il compito di salvaguardare la salute e/o la sicurezza della persona che li indossa o li utilizza; ovvero: qualsiasi attrezzatura destinata a essere indossata e tenuta dal lavoratore allo scopo di proteggerlo contro uno o più rischi suscettibili di minacciarne la sicurezza o la salute durante il lavoro,nonchè ogni completamento o accessorio destinato a tale scopo. il loro utilizzo è raccomandato quando, nonostante l’applicazione delle misure di prevenzione e protezione collettive, i rischi cosiddetti “residui” non sono eliminati o ridotti a livelli accettabili e devono essere ulteriormente contenuti.

Quando non vengono considerati DPI?

  • Non sono DPI gli indumenti di lavoro ordinari e le uniformi a meno che non siano specificamente destinati alla protezione e alla sicurezza del lavoratore;
  • Le attrezzature dei servizi di soccorso e di salvataggio;
  • Le attrezzature di protezione individuale proprie dei mezzi di trasporto;
  • Le attrezzature di protezione individuale delle forze armate e del personale di servizio di mantenimento dell’ordine pubblico;
  • I materiali sportivi quando sono utilizzati a fini sportivi e non per attività lavorative;
  • I materiali per autodifesa o per la dissuasione;
  • Gli apparecchi portatili per individuare e segnalare rischi e fattori nocivi;

Norme di utilizzo in Italia 

Il D.Lgs. n. 81/2008 (Testo unico sulla sicurezza lavoro) stabilisce che i DPI utilizzati in ambito lavorativo devono sottostare alle disposizioni di cui al D.Lgs. 475/92 e stabilisce che “qualsiasi attrezzatura destinata ad essere indossata e tenuta dal lavoratore allo scopo di proteggerlo contro uno o più rischi suscettibili di minacciarne la sicurezza o la salute durante il lavoro, nonché ogni complemento o accessorio destinato a tale scopo” (art. 74, comma 1 del D.Lgs. 9 aprile 2008, n.81)
Il D.Lgs. 81/2008 prevede l’utilizzo dei DPI solo quando l’adozione delle misure tecniche preventive e/o organizzative di protezione collettiva non risulti sufficiente all’eliminazione di tutti i fattori di rischio. In altri termini, il DPI va utilizzato solo quando non è possibile eliminare il rischio.

I DPI devono:

  • essere adeguati alle condizioni presenti sul luogo di lavoro;
  • essere adeguati ai rischi da prevenire, senza comportare un rischio maggiore per il lavoratore;
  • tener conto delle esigenze ergonomiche e della salute del lavoratore.
Scelta e acquisizione dei DPI

Requisiti normativi

La produzione, la commercializzazione e la classificazione dei DPI sono regolamentate dal D.Lgs. 475 del 4/12/92 modificato dal D.Lgs.10/97. La norma prevede che ogni DPI sia singolarmente provvisto di marcatura CE e che tale marchio sia apposto visibile,leggibile,indelebile (qualora non fosse possibile deve essere posto sull’imballaggio).
I DPI devono essere accompagnati da una nota informativa che contenga: le modalità di impiego,le istruzioni di deposito,di pulizia,di manutenzione e di disinfezione.

Le categorie dei DPI

I Dispositivi di Protezione Individuale vengono classificati in tre categorie, in ordine crescente a seconda del grado di rischio connesso all’attività lavorativa.

  • DPI di prima categoria: sono dispositivi di protezione per attività che hanno rischio minimo e che procurano danni di lieve entità (come l’effetto di vibrazioni, raggi solari, urti lievi, fenomeni atmosferici, ecc). Sono autocertificati dal produttore.
  • DPI di seconda categoria: semplicemente, qui vengono inclusi i DPI che non rientrano nelle altre due categorie e che sono legati ad attività con rischio significativo (il D.Lgs. 475/92 non fornisce una vera e propria definizione di tale categoria). È richiesto un attestato di certificazione di un organismo di controllo autorizzato.
  • DPI di terza categoria: dispositivi che proteggono il lavoratore da danni gravi o permanenti per la sua salute, o dal rischio di morte. Secondo le norme vigenti in ambito salute e sicurezza sul lavoro, è previsto un addestramento specifico obbligatorio per poterli utilizzare in modo corretto. Alcuni esempi di DPI di terza categoria sono: imbragature, caschi con allaccio sottogola, autorespiratori, guanti ignifughi, ecc.).
In questa categoria rientrano i Dispositivi di Protezione Individuale:
  • per protezione respiratoria (filtranti);
  • isolanti;
  • per ambienti molto caldi (+ di 100°C) o molto freddi (da -50°C in giù);
  • contro le aggressioni chimiche;
  • contro le cadute dall’alto;
  • per protezione dal rischio elettrico.

I DPI possono essere classificati anche in base alla tipologia di protezione.

Scopri i nostri corsi ...

Nuovo
Aggiungi alla lista dei desideri
Principiante
114 Lezioni
Accesso per 3 mesi
€90
Anteprima
Aggiungi alla lista dei desideri
Aggiungi alla lista dei desideri

PREPARATI ON LINE !

Preparati con noi al superamento delle prove sia scritte che orali e pratiche dei concorsi pubblici per OSS. Offriamo numerose soluzioni per aiutarti a studiare in vista della partecipazione alle selezioni dei concorsi indetti dalle Aziende Sanitarie e/o Ospedaliere per la figura di Operatore Socio Sanitario.

Potrai scegliere:
tra due corsi completi con accesso di 12 mesi o 3 mesi o scegliere o singoli moduli per approfondire solo per area di interesse. Puoi decidere di iniziare a metterti alla prova acquistando il corso con i nostri test autovalutazione composti da 700 domande a solo 10 Euro. Una piccola spesa che fa la differenza! Infatti grazie ai nostri quiz potrai non solo vedere il tuo grado di preparazione ma soprattutto capire se ci sono aree che hanno bisogno di un maggiore studio e approfondimento e di conseguenza orientarti tra i nostri corsi specifici.

  • Segui il tuo ritmo di studio: per ogni corso avrai accesso illimitato, h24 e 7 giorni su 7
  • Scegli tu quali moduli e materie approfondire, e da dove iniziare
  • I programmi sono aggiornati ogni anno secondo le linee guida ministeriali
  • Puoi verificare la tua preparazione con i quiz di autovalutazione

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere informato su tutte le nostre iniziative !

Preparati Online

Corsi di preparazione ai concorsi Oss

Hai deciso di partecipare al Concorso Oss ma sono anni che non studi più e hai paura di non ricordare esattamente la teoria acquisita al corso di Operatore Socio Sanitario? Con i corsi on line puoi studiare seguendo il tuo ritmo di apprendimento e di orario.
Riproduci video